Archivio per aprile, 2008

apr 21 2008

Canguri Brebbia vs. Skating Club Savona 10-3

Pubblicato da sotto Hockey

Ieri è andata in archivio la penultima giornata del campionato italiano di serie B di hockey in line, e per i savonesi anche l’ultima trasferta, visto che gli Hot Wings Milano sono stati definitivamente squalificati per problemi di tesseramento. Il Savona ha giocato sul campo del Brebbia, un bell’impianto ma con il solito fondo di difficile interpretazione: frenata impossibile e disco molto veloce. Viene da chiedersi se non sia possibile, in fase di omologazione, fare controlli più accurati per livellare la qualità dei fondi delle piste. Ogni atleta dovrebbe, secondo me, poter dimostrare il proprio potenziale, spesso fatto di abilità nel pattinare e quindi nel frenare, in egual maniera su tutte le piste.

Ma veniamo alla partita: grande novità per i liguri era la mancanza nella gabbia di Claudio “spiderman” Bermano, sostituito egregiamente dallo storico portiere del Savona, Alberto Patelli, quest’anno a mezzo servizio a causa di grossi problemi al ginocchio destro, già operato ai legamenti ed al menisco. Alberto ha fatto alcuni interventi veramente eccezionali, spesso contro due o più avversari, nonostante il riacutizzarsi dei dolori con il procedere della partita.

La partita é stata subito in salita, con i padroni di casa in vantaggio dopo 32 secondi con un tiro fortuito con il portiere senza visuale a causa del traffico sotto porta. Poi si è proceduto a sorti alterne fino al pareggio di Anthoine al 9° minuto, reso vano dopo soli 25 secondi. Purtroppo poi il Brebbia ha allungato segnando tre reti in sei minuti, anche se nel finale si è visto un ritorno dei liguri che marcavano con un goal solitario di Manuzio (prima rete della stagione!) ed ancora con un prolifico Anthoine.

Nel secondo tempo gli ospiti non trovavano più la via della rete e i Canguri riuscivano, nel finale, a segnare ancora quattro volte contro un incolpevole Patelli, lasciato spesso solo contro gli avversari. In ultima analisi, il risultato risulta eccessivamente a favore dei lombardi rispetto ai valori visti in campo, ma lo Skating può e deve riportarsi ai livelli a cui eravamo abituati e che gli competono.

PAGELLE:

Alberto Patelli: pur senza il minimo allenamento e con un ginocchio a pezzi, si è prodigato in interventi spettacolari e “stilosi” spesso irridendo gli avversari. Da recuperare al più presto, insieme a Bermanik avremmo finalmente la tranquillità nel settore portieri.

Guido “rosik” Tassinari: come al solito si è affannato a chiudere tutti i buchi in difesa ed a tentare l’eliminazione fisica degli avversari. Forse il più costante in tutta la stagione.

Gabriele Monaco: in evidente difficoltà con il fondo, metteva un pò di mestiere ( giocava già nell’immediato dopoguerra!) per portare a termine una partita mediocre.

Emilio Esposito: sprazzi di buon gioco in una partita incolore per gli standard a cui ci ha abituati. Da Emi spesso dipende il rendimento del team e a lui si chiede sempre la perfezione: non è facile!

Stefano Parodi: su un fondo che livella le prestazioni la sua foga può scatenarsi e più volte sfiora il goal, bella partita.

Paolo Anthoine Dietrich: sicuramente il migliore dei liguri: attivo, realizzativo e carico. Finalmente l’attacco comincia a segnare!

Simone Chiale: gioca meglio nel secondo tempo dove appare più reattivo, deve migliorare in fase difensiva dove spesso è in ritardo.

Marco Manuzio: segna il suo primo goal tutto da solo, difende finalmente e non lesina cariche importanti, che dire: vai così!

Pubblico: un sentito grazie a queste leggiadre fanciulle che ci hanno seguito anche nelle trasferte sopportando sfottò, paesaggi desolanti e l’odore delle attrezzature in auto. SIETE FANTASTICHE !!!

L’ultima partita della stagione si disputerà probabilmente sabato 3 maggio a Zinola contro il Busto Arsizio: non vorrete mancare ?

14 responses so far

apr 14 2008

Skating club Savona vs. Novi 3-0

Pubblicato da sotto Hockey

Non cambia il copione nella terz’ultima gara del campionato hockey in line serie B 2008 per la squadra ligure: nonostante tutti gli sforzi, i cambi di linea ed un portiere stellare, non giunge ancora il primo risultato utile. Ieri a Zinola però si è vista in campo una sostanziale parità fra i due teams e la vittoria ospite è dovuta più ad alcune circostanze fortuite; ben inteso che la vittoria del Novi è comunque meritata e che i savonesi continuano ad essere afflitti da una pericolosa sterilità offensiva, il risultato è figlio di qualche “svista” arbitrale che ha costretto troppo spesso le “Orche” a difendersi in penalty killing, logorando oltremisura i giocatori migliori sempre in pista.

Il primo tempo ha visto le reti inviolate con un equo numero di occasioni goal per entrambe le compagini, e due perfetti portieri che hanno reso vani tutti i tentativi di marcatura: un plauso speciale a Claudio “Spiderman” Bermano, goalie savonese, sicuro e reattivo in ogni intervento anche sui rimbalzi ed i tiri da vicino. Sicuramente i venti minuti migliori della squadra in questa stagione!

Il secondo periodo è filato sulla falsa riga del primo per altri dieci minuti, poi l’ arbitro, fino a qui perfetto, ha dato alcune personali interpretazioni del regolamento, obbligando il penalty killing savonese agli straordinari, fino a che la rete nerofucsia veniva violata. A questo punto la prima linea provava una furiosa rimonta scoprendosi un poco e lasciando un piccolo varco ai bravi attaccanti piemontesi che riuscivano a raddoppiare. I liguri ci provavano ancora in massa non trovando la via del goal, imboccata invece ancora dagli ospiti. Nel finale ultimo assalto ma ancora senza risultati per la bravura dell’estremo difensore avversario, coadiuvato anche dal palo, colpito in pieno da Anthoine.

Pagelle:

Claudio Bermano: tanto bravo da gettare nello sconforto un attaccante avversario fino a fargli esclamare ” ma chi è, spiderman?”. Preciso negli interventi, reattivo sui rimbalzi, lucido sempre; incolpevole su tutti i goals . Perfetto, 10 e lode.

Valerio Bermano: fisico e reattivo, talvolta si propone in attacco e sfiora un meritato goal, bella partita.

Marco Zefferino: arcigno in difesa, propositivo in attacco! L’arma in più per la prima linea, speriamo di recuperarlo a tempo pieno.

Stefano Parodi: fuori quando vengono schierati gli special team, si getta con la consueta foga e ottiene buoni risultati nonostante un lieve infortunio e la rottura di un pattino. Buona partita.

Emilio Esposito: schierato in attacco fisso non punge come sperato, forse sarebbe stato più utile in versione difensiva; grande impegno ma un poco ” fumoso”.

Guido Tassinari: irreprensibile, vera anima nera della squadra colpisce con forza e annichilisce gli avversari sotto porta: una forza della natura!

Gabriele Monaco: fa il proprio sporco lavoro senza grandi acuti. Buona fase costruttiva ma manca il guizzo vincente.

Marco Manuzio: più rapido del solito si procura buone occasioni ma non le finalizza; ingenuo nel caso dello sgambetto che porterà al primo goal avversario; in totale bella prestazione.

Paolo Anthoine Dietrich: alto minutaggio in campo, ottime occasioni, sicuramente il miglior attaccante savonese per questa domenica!

Federico Mazzetta: gioca l’ultimo scampolo di partita in maniera più che dignitosa, recuperando alcuni importanti dischi ed evidenziando ottima grinta in alcuni scontri. Vai così!

Pubblico: caldo e rumoroso più del solito, vera anima trascinante della squadra, si meriterebbe finalmente una vittoria !

10 responses so far

apr 09 2008

Pianezza vs. Skating club Savona 4-3

Pubblicato da sotto Hockey

Continua a farsi attendere il primo risultato positivo della stagione per lo Skating.

Sabato a Rivoli (To) in casa del Pianezza la compagine di Hockey in line ligure si sarebbe meritata almeno un punto, ma ha trovato sul proprio passaggio un portiere avversario in giornata di grazia, che ha reso vani tutti i tentativi degli ospiti.

Partita molto equilibrata, a tratti avvincente, da subito in salita per i savonesi che rimettono a posto il risultato con Esposito, salvo poi capitolare nuovamente un minuto più tardi per poi pareggiare ancora con Monaco solamente 54 secondi dopo.

Giunti all’intervallo su questo risultato, la partita si prospettava sul filo del rasoio per entrambe le compagini invece occorreva attendere il 13° per vedere un goal che portava in vantaggio i padroni di casa, in powerplay per un fallo, peraltro molto dubbio di Monaco, e nel momento della marcatura addirittura in doppia superiorità, visto un momento di follia di Anthoine che falciava entrambi i piedi di un avversario davanti all’arbitro spianando la strada per la rete ai torinesi. Gli stessi segnavano poi il 4 a 2 su una concitata azione a soli 3 minuti dal termine. Rabbiosa nel finale la reazione dei liguri che dopo un assedio all’area avversaria andavano a rete con Bermano Valerio, difensore con la spiccata predilezione per il goal. Purtroppo lo sforzo finale, con inserimento del quinto uomo di movimento e conseguente uscita del portiere, non portava il meritato pareggio nonostante due limpide occasioni e l’incontro si chiudeva sul 4 a 3 per il Pianezza.

Pagelle:

Claudio Bermano: buoni gli interventi di routine ma senza i consueti sprazzi di stile; pienamente sufficiente.

Marco “Mabo” Zefferino: la dimostrazione che questa stagione sarebbe molto differente se si potessero avere a tempo pieno tutti i giocatori: propositivo in attacco e diabolico in difesa; lo Skating non ne può fare a meno!

Monaco “over 40″ Gabriele: segna e si danna in difesa nonostante gli acciacchi dell’età: psicopatico quanto basta!

Paolo Anthoine Dietrich: gioca bene e si sacrifica ma commette una grossa ingenuità che costa molto alla squadra, da lui ci si aspetta malizia ed esperienza.

Stefano Parodi: gioca poco perchè non schierato negli special teams, ma lascia il segno (specie sugli avversari!).

Guido Tassinari: in crescita (non ti esaltare Rosik , solo come prestazioni!) anche sul piano costruttivo, positivo!

Emilio Esposito: segna e costruisce ma la squadra ha bisogno delle sue magie in tutti i match.

Valerio Bermano: tipico giocatore di scuola sovietica si destreggia con eleganza ma rifugge il contatto fisico, talvolta conviene riporre il fioretto e sguainare la CLAVA!!!

Simone Chiale: talvolta leggero tanto da essere neutralizzato facilmente con l’uso della forza, gioca comunque con il cuore ma manca ancora l’appuntamento con il goal. La pettinatura mutuata dal protagonista di High School Musical non lo aiuta ad infondere timore negli avversari.

Pubblico:  scarsino come quantità ma di altissima qualità (tre “gnocche”) si fa sentire sia megafonando che con le urla! Stoica la Chiara che per salvare la telecamera immola un dito prendendo una discata malamente gettata fuori da Emilio.

Appuntamento al Palazinola domenica 13 come al solito alle ore 16 : intervenite numerosi, NON ABBANDONATECI!!!

4 responses so far