Archivio per maggio, 2008

mag 26 2008

Skimboard team Savona ” ONDA D’URTO”

Pubblicato da sotto Surf

Si apre la stagione 2008 dello skimboard a Savona: il team “Onda d’urto” affiliato alla federazione surf italiana sotto l’egida del surf club “Cinghiale Marino” di Andora (SV) punta a nuovi importanti risultati. Forte dei sui atleti, tra cui spiccano Andrea Salzano, Luca Quaglia e Gabriele Monaco, la squadra punta a bissare i successi nazionali ed internazionali dell’anno scorso. Nel 2008 però si è scelto di abbandonare il campionato italiano per dedicarsi a tempo pieno al MED TOUR, vera competizione che vede atleti da tutto il “mare nostrum”.

A breve un completo articolo sulla gara internazionale svoltasi il mese scorso a Barcellona, con skimboarder di livello mondiale come l’americano Morgan Just, vero mattatore; non hanno comunque sfigurato Luca ed Andrea, eliminati ma con onore al primo turno.

Aloha and SKIM HARD!!!

4 responses so far

mag 21 2008

5 x mille allo Skating Club Savona

Pubblicato da sotto Hockey

Per tutti coloro che volessero contribuire al sostentamento della squadra,

ecco il codice fiscale da indicare nella dichiarazione dei redditi nella sezione “5 x mille”

sotto la voce

Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI ai fini sportivi:

92062060097

Grazie 5 x mille a tutti coloro che vorranno darci una mano!

Alessia

2 responses so far

mag 05 2008

Skating club Savona vs. H.C. Busto Arsizio 6-5

Pubblicato da sotto Hockey

Riesce il miracolo al Savona proprio nell’ultima partita della stagione. Infatti ieri si è disputato il recupero della nona giornata, partita rinviata per indisponibilità della pista, ed ultima possibilità per i liguri di evitare l’onta del punteggio a zero: nonostante gli auspici non fossero positivi per la mancanza del portiere ufficiale Claudino Bermano e del fratello Valerio, entrambi in trasferta negli States (N.H.L.?) e le scarse condizioni di salute di Anthoine, in forse per una microfrattura al gomito destro, le orche sono tornate agli standard abituali, regolando i lombardi che confidavano nei nuovi acquisti prelevati dalle serie superiori.

Partita subito in discesa per il Savona che andava a rete con il difensore Marco Zefferino e allungava poi con l’ esperto capitano Monaco. Il primo tempo scorreva con sorti alterne e con un gioco veramente fisico, con i difensori impegnati in scontri sempre al limite del regolamenti ma sostanzialmente leali: chiaro l’intento dei liguri di innervosire gli avversari per non farli ragionare, tattica pienamente riuscita! Al termine della prima frazione però gli ospiti andavano a segno facendo presagire una riscossa. Da segnalare una prestazione eccelsa da parte del portiere savonese Alberto Patelli, che con un ginocchio praticamente fuori uso, vanificava almeno trenta occasioni del Busto, prodigandosi in tuffi e salvataggi anche sui rimbalzi.

Nel secondo tempo la partita si incattiviva e la frustrazione dei lombardi si tramutava in una serie di interventi assassini che portava il match verso una serie infinita di power play. In questa fase il Busto, pur non dominando, azzeccava una serie di tiri su cui Albertone non poteva fare nulla, arrivando a condurre 5 a 2 . A questo punto la partita sembrava segnata ma l’orgoglio ligure spingeva la squadra ad un pressing asfissiante negli ultimi dieci minuti e grazie al nervosismo degli ospiti cominciava la rimonta, iniziata da Emilio Esposito con uno stupendo goal, dopo aver scartato tutti gli avversari più il portiere! Da questo momento in campo si vedeva solo la compagine di casa e, grazie all’ingenuità degli antagonisti colti in scorrettezze palesi e talvolta pericolose, il power play delle orche siglava una tripletta con un perfetto Paolo Anthoine, sempre presente, portando il team al finale 6 a 5. Ultimi palpitanti minuti in cui difesa e SuperPatelli arginavano il ritorno del Busto con una freddezza impressionante .

Nel dopo partita lo scoramento degli avversari, venuti qui con in mente una facile vittoria, li portava a inveire antisportivamente contro ogni cosa, arbitro, pista, avversari e Marte trigono ad Urano, ma la vittoria dello Skating è ampiamente meritata e dimostra che senza le conosciute vicissitudini di roster tutto il campionato avrebbe preso una piega ben diversa!

PAGELLE:

Alberto “Patellik” Patelli: UN EROE! Con un ginocchio grippato e senza allenamento si produce in interventi spettacolari e domina l’area di porta con sicurezza! Nel finale salva più volte la porta e il risultato. Speriamo di recuperarlo per la prossima stagione a tempo pieno.

Marco “Mabo” Zefferino: Mabo for president! Vera anima della prima linea, difende senza mai tirarsi indietro e costruisce per gli attaccanti. Segna anche il primo goal e nel power play distribuisce dischi ai compagni in sicurezza.

Emilio Esposito: la stella della squadra, con un dribbling spiazzante fa sedere a terra tutti gli avversari compreso il goalie segnando (mi duole ammetterlo) il goal più bello della stagione! La cosa peraltro gli riesce quasi due volte.

Paolo Anthoine Dietrich: pattina, difende, segna tre volte! Cosa dire: sicuramente M.V.P. della partita! In campo non sente nemmeno il dolore e si getta in tutte le azioni con una grinta “animalesca” non sbagliando nulla! Da incorniciare!!!

Stefano “Pirts” Parodi: trascinato dal compagno di linea si prodiga e pattina veloce e tanto! Certamente una grande prestazione specie per un rookie in una partita dura come questa.

Guido “Rosik” Tassinari: il piccolo grande uomo della seconda linea! Quando c’è da menare non si tira mai indietro e questa volta lo fa SENZA FARSI BECCARE! Sempre con il tempo giusto sugli avversari è sicuramente quello più costante in tutto il campionato e uno dei più acclamati dai tifosi!

Gabriele Monaco: con la sua millenaria esperienza capisce quando e come innervosire gli avversari e, più importante, quando smettere! Il cervello (si fa per dire) della squadra!

Simone “Trendy” Chiale: attivo anche in copertura, capisce che la seconda linea deve contenere e si sacrifica in un lavoro oscuro ma fondamentale! Manca di poco un goal meritato.

Marco Manuzio: capisce subito che sarà una partita per duri e mena a più non posso coprendo bene la zona a lui assegnata e liberandosi spesso al tiro. Sopravvive alle cariche avversarie e spesso le rende senza farsi intimorire: BRAVO!

Federico Mazzetta: non entra in campo fisicamente ma sostiene i compagni con valide indicazioni e suggerimenti. Lo attendiamo in campo a tempo pieno l’anno prossimo!

Pubblico: commovente l’impegno con cui ci ha seguito in tutto l’anno e questa piccola vittoria è dedicata proprio a loro! Con la promessa di risultati migliori speriamo comunque che tutti si siano divertiti come noi ed abbiano goduto di questo splendido sport!

Vorrei ora ringraziare tutti : il pubblico, il medico di squadra mister Esposito, il presidente Renzo Tassinari , la factotum Marina (come faremmo senza di lei!) ma sopratutto vorrei dire grazie a tutti gli splendidi atleti dello Skating che hanno sopportato i miei terribili allenamenti, le lunghe trasferte e le sconfitte sempre con allegria e cosa più importane lealtà e sportività!

Ci vediamo l’anno prossimo per la nuova stagione!

P.S. restate sintonizzati perchè si continuerà a parlare di hockey in line su questo sito!

8 responses so far