Archivio per marzo, 2009

mar 29 2009

Canguri Brebbia vs. Skating Club Savona 6-2 (Coppa di Lega)

Pubblicato da sotto Hockey

Anche per questa trasferta il commento della partita è affidato ad una valida collaboratrice, la mitica “ultrà” Laura;  ecco il reportage completo da quel di Brebbia:

Cominciamo la cronaca con le ormai solite polemiche sul campo avversario, immerso in una temperatura  polare e dotato di un fondo innevato di polvere e di reti “rimbalzine” (suggerirei di provare la tecnica in allenamento). 😉
Nonostante la sconfitta subita è più che doveroso fare i complimenti ad Andrea Salzano, per la sua prima rete e a Marco Zefferino, che nonostante il pressoché assente allenamento si è presentato in forma smagliante (eccetto il raffreddore!).

Il primo tempo vede la squadra savonese piuttosto presente, che effettua 11 tiri in porta (in cui si distinguono per numerosità il capitano Anthoine, Esposito e Salzano) contro i 6 del Brebbia.
L’arbitro fischia la prima penalità della partita ai Canguri, che tuttavia riescono a fare delle belle azioni nonostante l’inferiorità numerica: il nostro portiere Bermano C., detto“Claudindindino”, riesce a bloccare tutti i loro tentativi, anche con una parata di spalla.
Anche le Orche prendono la loro prima penalità, fischiata a Zefferino per ostruzione, e il Brebbia non si lascia sfuggire l’occasione per andare in rete, arrivando all’1-0.
Il nostro goalie sembra essere molto presente, parando un bello slap avversario; Bermano V. e Salzano sfruttano l’indecisione di un giocatore avversario e cercano il goal, senza però risultato.
Si nota da subito la presenza attenta di Salzano, giocatore quasi non più in erba: segue il gioco ed effettua dei passaggi azzeccati, anche se però lascia la porta libera ad un tiro “canguroso”, ma Bermano C. detta legge: “da qui non si passa”!
La partita prosegue piuttosto affiatata: Parodi segna, stoppando al volo un tiro all’indietro di Borreani, ma la rete viene annullata per la presenza di un uomo in area; il gioco riprende e Parodi “Pirts” viene tenuto in balaustra, ma l’arbitro fischia.
Le occasioni per il pareggio non mancano: il goalie avversario è a terra, ma un abile difensore del Brebbia toglie il dischetto pericoloso dalla zona rete; capitan Anthoine effetua un bel tiro in porta, purtroppo parato, mancando della solita creatività dei suoi tiri, ben esaltata in altre partite; Borreani effettua un bel passaggio a Zefferino, che però manca.
Bisogna aspettare fino a 5 minuti prima della fine del 1° tempo per avere il tanto agognato 1-1, grazie al goal di Salzano (su assist di Anhtoine), il primo della sua carriera!!!
Segue un gioco piuttosto pressante del Brebbia vicino alla porta di Bermano C., a tal punto che a finire in porta, fortunatamente, è Esposito: con la porta occupata da Claudio e da Emilio il dischetto rinuncia ad entrare (per aumento della densità).
Il direttore di gara comincia a fischiettare un motivetto ricco di penalità: prima per il Brebbia, subito dopo per il Savona, per uno sgambetto ed una steccata del capitano e così, a poco più di due minuti dalla fine del 1° tempo, le due squadre si affrontano tre contro tre. Esposito tira in porta, il goalie avversario para, ma il dischetto rotola di lato e finisce in rete (ogni tanto qualche botta di culo ce l’abbiamo anche noi!), portando in vantaggio le Orche.

Durante l’intervallo le due inviate sperano di poter carpire qualche discorso motivante proveniente dalla panchina: i ragazzi sono troppo tranquilli e si limitano all’ultimo minuto a parlare di possibili strategie da attuare nel 2° tempo.

Riprende la partita, con una penalità fischiata al Brebbia dopo il primo minuto di gioco. Il Savona comincia già a dare segni di disattenzione, con Anthoine fermo a centro campo che si lascia rubare il dischetto, che prosegue verso Bermano C. indisturbato, per andare poi fuori campo.
Il Brebbia però non si perde d’animo e va in rete, sfruttando un cambio savonese poco azzeccato, riportando la situazione in pareggio. Esce dall’anonimato Bermano V., che si muove grintoso verso la porta avversaria, senza però buoni risultati.
Il Brebbia si prende altri due minuti di penalità per ostruzione, ma anche Esposito va fuori per un gancio, riproponendo il tre contro tre, che dopo poco diventa un due contro tre, per una nuova penalità ai Canguri: come al solito, il nostro power-play fa schifo (scusate i toni bruschi), tanto che i due giocatori avversari riescono comunque ad effettuare una bella azione, salvata in extremis da Bermano C.

Esposito, dopo aver scontato la sua pena, rientra… ma solo per una decina di secondi, tornando a occupare il posto tiepido della panchina-penalità, per un inavvertito sgambetto; viene così lasciata l’occasione al Brebbia di portare il punteggio a 3-2 prima, e a 4-2 poco dopo.
Il gioco prosegue, l’arbitro alza la mano per fischiare l’ennesimo fallo savonese (Tassinari per gancio), Borreani va in rete, ma non appena tocca il dischetto scatta la punizione, ed il goal non conta niente.
Dopo la richiesta di un timeout di Anhoine, la partita riprende con un nuovo goal dei Canguri, giungendo a 5-2, sfruttando abilmente la nostra situazione di penalty.
Anche il Brebbia va in castigo per una spinta a Tassinari, seguita ad un momento di tensione, a poco più di 4 minuti dalla fine: Tassinari in stato “rosick” tira un forte slap, che non intimidisce il portiere avversario; Zefferino salva una situazione rischiosa in zona rete, allontanando il dischetto, che già troppe volte a fatto visita al nostro goalie.
A poco più di 2 minuti dal termine Parodi si becca il fischio dell’arbitro per una carica scorretta: ormai i nostri sono alquanto scoraggiati per avere perso contro un avversario più che battibile. Bermano V. prova uno scatto felino verso la porta, ma niente da fare: tuttavia si è dimostrato molto più presente che in altre occasioni.
La partita termina con il risultato di 6-2, con l’ultima rete segnata a 24 secondi dal fischio finale.
“Noi abbiamo il mare, ma loro hanno il lago”

Ecco qua qualche risultato numerico per le statistiche dei giocatori (dati più o meno attendibili):
Tiri in porta del SV:    – 1° tempo  = 11, di cui
#33    2
#37    0
#45    3
#66    1
#74    2
#81    2
#84    0
#88    0

2° tempo = 8, di cui
#33    0
#37    2
#45    2
#66    1
#74    2
#81    1
#84    0
#88    0

Tiri in porta del Brebbia:    – 1° tempo = 6
– 2° tempo = 16

30 responses so far

mar 24 2009

Novi vs. Skating Club Savona 9-5 (Coppa di Lega)

Pubblicato da sotto Hockey

Ecco nuovamente il nostro inviato Alessandro che ci narra cosa è successo domenica sul campo del Novi a Monleale. Mancano le pagelle in quanto il compilatore ufficiale era assente.

Esce con una sconfitta lo Skating Club Savona dopo una comunque bella prestazione sul Novi.

Infatti a passare in vantaggio, dopo poco più di un minuto, è proprio il Savona che con un tap-in vincente di Luca Borreani, dopo la respinta di un tiro di Parodi, si porta sull’1 a 0.

Ma il vantaggio dura poco; dopo pochi minuti il Novi riesce a pareggiare con un gran gol e subito dopo si porta sul 2 a 1.

Ma lo Skating non lascia la presa e riequilibra i conti con un altro gol di Borreani che sbatte il disco in rete su assist di Tassinari.

Nonostante le ottime parate di Claudio Bermano è di nuovo il Novi ad andare in vantaggio sfruttando un disco non visto dal portiere savonese.

Il primo tempo della partita si chiude sul risultato di 3 a 2 a favore del Novi.

L’inizio della ripresa vede il Novi prendere il largo e portarsi dopo neanche 2 minuti sul 4 a 2 con un tiro da vicino che sorprende C. Bermano.

Però lo Skating si fa sentire e, dopo un’ottima azione di Esposito, si porta sul 4 a 3 con Anthoine.

Ma neanche un minuto dopo il Novi riallunga le distanze: 5 a 3.

E’ un continuo segnare da una parte e dall’altra, infatti è di nuovo il Savona ad andare in rete con Esposito dopo una strepitosa azione personale. 5 a 4

Quando mancano 10 minuti alla fine del secondo tempo è il Novi a gestire la partita si porta prima sul 6 a 4 e quindi sul 7 a 4 dopo neanche 2 minuti.

Il Savona perde colpi e non riesce più a tenere l’avanzata del Novi che si portano sul 8 a 4 quando mancano 2 minuti alla fine.

Ma nonostante tutto è ancora il Savona che chiude le danze ancora con Esposito sul risultato di 8 a 5.

Alcune note: diverse le lamentele da parte di entrambe le squadre a causa della superficie sporca e scivolosa, dimostrata dal fatto che spesso i giocatori finivano per terra.

Una nota positiva invece per l’arbitro che ha diretto la gara ottimamente con pochissime imprecisioni e facendo scorrere il gioco fluidamente.

12 responses so far

mar 16 2009

(Coppa di Lega) Skating Club Savona vs. Lepis Piacenza 5-4

Pubblicato da sotto Hockey

Questa volta la cronaca della partita è affidata al nuovo atleta dello skating, Alessandro Salzano, che non potendo ancora giocare, per problemi di tesseramento, si lancia in questa nuova veste.

Continua ottimamente la strada in coppa di lega dello skating con una vittoria molto sofferta conquistata in casa sul Piacenza.

La partita si incanala subito su binari favorevoli per lo skating che va in vantaggio con un ottimo tiro di Anthoine e raddoppia a dieci minuti dalla fine del primo tempo con Borreani, che la sbatte in porta in tap-in sulla respinta di un tiro di Monaco.

Grazie ad uno strepitoso Claudio Bermano, che non lascia passare nulla, graziato anche dal palo che lo salva a 7 minuti dalla fine del primo tempo, lo Skating si ripete ancora con Borreani che va in gol con un potente snap da metà campo.

Ma l’assalto del Savona in questa prima parte di gara non si ferma e, nonostante il penalty, Esposito dopo una fenomenale azione personale porta la sua squadra sul parziale di 4 a 0.

La risposta del Piacenza si fa comunque sentire e quando mancano 2 minuti alla fine del primo tempo i giocatori del Lepis insaccano dopo un’ottima azione Bermano. 4 a 1

La ripresa vede la partita capovolgersi a favore del Lepis che accorcia le distanze in penalty e che si ripete dopo neanche un minuto portandosi sul 4 a 3.

A dieci minuti dalla fine del secondo tempo il Lepis riesce a pareggiare graziato dall’arbitro che non vede un fallo netto su Anthoine.

Ma il pareggio funge da sveglia per i giocatori savonesi che, dopo una traversa del Lepis, riacquistano la grinta del primo tempo e passano di nuovo in vantaggio con un altro gol spettacolare di Esposito.

Il finale vede la gara fermarsi ogni secondo per decisioni arbitrali alquanto equivoche tanto che dagli spalti iniziano a partire “esortazioni” piuttosto colorite verso l’arbitro.

Pagelle:

Bermano C. : grande prestazione, incolpevole sulla gran parte dei goal subiti, percentuale di parate altissima nel primo tempo! 8

Esposito: schierato in difesa , si toglie lo sfizio di segnare una doppietta stupenda: 8

Bermano V: anche lui in difesa, ruolo non suo, convince più nelle fasi offensive che in quelle di interdizione, comunque si sacrifica senza lamentarsi: 7

Monaco: dolorante ad un ginocchio, sembra più nervoso del solito (ancora di più !?!), ma svolge diligentemente il proprio compito: 6

Tassinari: torna il Guido-assassino, con una penalità a soli 2 minuti dall’inizio, ma con una carica sportiva gigantesca! 8

Anthoine: inaugura la stecca nuova con una bella segnatura ed una prestazione convincente, nonostante sia bersaglio di “attenzioni” particolari da parte degli avversari: 7

Borreani: primo tempo da incorniciare, secondo tempo con molto nervosismo; comunque segna due volte, di cui una con un tiro alla Mascara: 8

Parodi: non particolarmente in palla, si sacrifica in una seconda linea più d’interdizione che realizzativa: 7

Salzano: tiene ottimamente il campo e sfiora due volte il goal: in crescita: 7

Pubblico: come al solito il pubblico di casa si distingue per colore e sportività, una lezione per quello avversario!!! Elena for president!!!: 10

Alcune note: le pagelle sono opera del coach, la squadra meriterebbe voti altissimi per il primo tempo ma la media con il secondo li abbassa notevolmente! Ancora grazie e complimenti ad Alessandro.

19 responses so far

mar 02 2009

(Coppa di Lega) Skating Club Savona – Canguri Brebbia 4-1

Pubblicato da sotto Hockey

Pronto riscatto contro il Brebbia per i liguri, i quali nell’ultima di campionato erano stati sconfitti proprio dai Canguri  per 6 a 1. Inizia quindi bene, per lo Skating, l’avventura in Coppa di Lega, che lo vedrà impegnato fino a Maggio contro Novi, Piacenza ed appunto Brebbia. Anche se dichiaratamente le Orche si schierano per far fare esperienza ai giovani e per aggiustare alcune lacune emerse in campionato, l’impegno profuso in questo incontro è stato sempre ai massimi livelli, e la partita si è praticamente risolta nei primi 15 minuti, con il Savona a segno prima con Borreani, forse di pattino, al termine di un ben orchestrato powerplay, e successivamente con il “Parodi Show”, autore di una doppietta caparbiamente cercata e trovata. Purtroppo al termine del primo tempo sfumava lo shutout, a causa di un’incomprensione tra Monaco e Parodi che smarcava l’attaccante avversario proprio dinanzi alla gabbia di un incolpevole Claudio Bermano.

Secondo tempo analogo per svolgimento, con i Liguri sempre pericolosi e i lombardi chiusi nella propria metà campo. Nessuna ulteriore sorpresa, se non il goal di Esposito, che fissava il risultato finale. Solito show dell’arbitro, che concedeva penalità inesistenti, forse per puro spirito di partecipazione, o solo per giustificare la propria presenza.

Con un calendario ancora in fase di delineazione, anche per il forfait degli Hot Wings, la prossima partita per lo Skating sarà, sempre a Zinola, Sabato 14  marzo contro il Lepis Piacenza, inizio alle 18.

Pagelle:

C. Bermano: sopperisce ad una mancanza di mobilità con un perfetto piazzamento, chiudendo tutti i buchi ai tiratori avversari. Meno appariscente del solito ma ugualmente efficace: 7

Tassinari: unico vero difensore della squadra, grande lottatore: 7 e mezzo

Monaco: altra partita di lavoro oscuro, dedicata a dare ordine alle fila liguri, si nota solo in powerplay e per alcuni interventi “ruvidi”: 6

Esposito: difende poco ed attacca molto ma si evidenzia specie nel penalty killing, quando scarta tutti gli avversari come birilli: 7

Borreani: grintoso e reattivo, sia in difesa che in attacco, merita il goal e non prende penalità!: 7 e mezzo

Anthoine: si muove bene e sta in pista molto, manca solo il goal!: 7

Parodi: ottimo, egoista al punto giusto, si guadagna caparbiamente la doppietta e forse merita l’hat- trick: 8

Chiale: nonostante la mancanza di allenamento, si comporta benissimo e sfrutta la propria velocità per inibire le ripartenze avversarie ed è sempre un pericolo per la difesa lombarda: 7 e mezzo

Pubblico: il match non è avvincente come al solito ma il competente pubblico savonese sotttolinea le belle giocate con applausi a scena aperta.

32 responses so far