lug 03 2008

Il fattore Rh

Come saprete oltre al gruppo sanguigno esiste il fattore Rh, che può essere positivo o negativo.
Se il vostro è positivo, indipendentemente da quello del partner, oppure se è negativo, ma lo è anche quello del vostro partner, non ci sono problemi.
I problemi potrebbero invece sorgere se voi siete negative e il vostro partner è positivo. Questo perchè il bambino potrebbe aver preso dal padre ed essere positivo anche lui.
In questo caso è importante che il vostro sangue non entri in contatto con quello del bambino, perchè se lo facesse potrebbe creare degli anticorpi contro il sangue positivo del bambino e “attaccarlo”. Scusate, ma sto “parlando in parole povere” come si suol dire. Ma è sufficiente fare un po’ di attenzione, ripetendo tutti i mesi il test di Coombs indiretto, che deve sempre risultare negativo, a meno che non abbiate fatto la profilassi, come ad esempio si fa in caso di amniocentesi. Allora in tal caso risulterà positivo, ma sarà una positività voluta, indotta dal medico, per evitare quella “vera”, un po’ come una sorta di vaccino.

Scrivo queste cose con una certa sicurezza perchè noi ricadiamo proprio in questo caso: io negativa e mio marito positivo. Inoltre tenete conto che anche nella peggiore delle ipotesi, avete sempre un 50% di possibilità che il bambino abbia preso dalla madre e sia negativo, e quindi non ci sia il benché minimo rischio.
Se comunque succedesse il peggio, esistono dei trattamenti che si possono fare al bambino, o prima che nasca o alla nascita. Ma non vi so dare maggiori dettagli perchè fortunatamente a me non è successo e comunque credo siano casi rarissimi.

Commenti disabilitati su Il fattore Rh